SCUOLA DELL'INFANZIA "DON ADAMI"

v.Rimembranza, 2  37063-Isola della Scala (VR)   Tel.- Fax   045/7301029

info@donadami.it

Cod.mecc.: VR1A229007                                                 cecilia@donadami.it

Codice fiscale 80031100235   - Partita IVA  01543170235

ANTONIO ADAMI

1881 Nasce a Dolcè, in Val d’Adige, il 9 Settembre: padre Luigi e madre Maddalena Curti.

1903 Studia a Suzzara (MN) e poi nel seminario di Verona.

Nel Luglio si diploma maestro a Sacile del Friuli (PN).

1905 Il 13 agosto è ordinato sacerdote nella cattedrale di Verona; il 15 celebra la sua prima Messa giubilare a Dolcè.

Il 22 luglio il Consiglio Comunale di Isola della Scala delibera di assumerlo insegnante nella scuola rurale di Pellegrina.

Il 1° settembre la sua nomina è approvata dal Consiglio provinciale scolastico.

Il 1° ottobre prende servizio di maestro a Pellegrina, vi rimane 3 anni.

1908 Viene trasferito nella scuola del Capoluogo; oltre al servizio ordinario insegna agli adulti nella scuola serale, per 7 anni (1908-1915).

Nello stesso anno è nominato presidente del Patronato scolastico (incarico che terrà per 41 anni, fino al 1948) e della mutualità scolastica di Isola della Scala.

Assume l’incarico di presidente della scuola materna locale, compito che proseguirà fino alla sua morte, per 51 anni.

Dalla stessa data svolge le funzioni di sacerdote assistente presso l’Ospedale Civile.

1916 Il 7 febbraio parte per il servizio militare, come cappellano. Rimarrà sui vari fronti fino al congedo, 25 gennaio 1919. Riceve una medaglia di benemerenza dal Vescovo castrense.

1919 Viene rinominato Assessore scolastico del Comune di Isola della Scala (incarico che aveva tenuto anche prima della guerra) e sarà per 20 anni, fino al 1939, membro della Commissione comunale di assistenza.

1920 Tiene corsi estivi di cultura popolare per analfabeti, fino al 1938.

1927 Riceve la medaglia di bronzo con diploma di benemerenza per i benemeriti dell’educazione. E’ dirigente dell’Unità locale della Croce Rossa.

I verbali di qualifica dei suoi superiori scolastici lo definiscono: " Maestro tutto dedito alla scuola, alla quale si dedica con serietà e dignità. Energico, autorevole e colto considera l’insegnamento con grande responsabilità, fondandolo su solidi principi morali.

Di carattere gioviale e franco, ma autoritario, è animato da elevati sentimenti patriottici. Nulla trascura per l’elevazione morale del popolo e per il bene del suo paese ".

Negli anni 30 conduce classi maschili che vanno da 54 a 73 alunni. Spesso ha svolto anche funzioni di supplenza direzionale nelle scuole del vastissimo Circolo didattico.

1949 Il 1° ottobre, a 68 anni, cessa il servizio di maestro e riceve la Medaglia d’oro di 1° grado per i suoi 44 anni di servizio scolastico.

Continuerà per altri 10 anni a svolgere funzioni di Cappellano dell’ospedale, di Presidente della Scuola Materna; docente di latino e religione nella Scuola Media Comunale, istituita in quegli anni.

Costante la sua presenza nelle vicende della parrocchia e del paese.

Il 15 agosto del 1955 viene festeggiato per il suo 50° anno di sacerdozio.

1959 La notte tra il 14 e il 15 marzo, dopo una lunga e sofferta malattia, cessa di vivere nella sua abitazione, assistito dalla nipote Maria. I funerali avranno luogo mercoledì 18.

Scrive nel suo testamento spirituale: " Chi riterrà d’aver ricevuto da me qualche beneficio, preghi per me, povero peccatore; chi mi avesse fatto del male, stia tranquillo per quanto mi riguarda: pregai per loro in vita e mi ricorderò di farlo dopo la mia morte….. Se la voce dalla tomba può ancora far del Bene, ripeto: vi è una sola strada di salvezza: il timore di Dio e l’osservanza della sua Legge, come lo insegna la Chiesa ".

Sito sviluppato su standard CSS3. Per una visualizzazione ottimale si consigliano Firefox e Chrome.
Se proprio volete usare IE... e non potete farne a meno...., l'UEBMaster vi consiglia almeno la version 10.